Il DNA di un design

Ispirazione

Per saperne di più

Il DNA di un design

Ispirazione

Bivouac. Deep Blue. Bathy. Sea Sky. Nomi rinomati. Orologi Favre‑Leuba entrati nella storia della misurazione del tempo perché la loro funzionalità era innovativa e ingegnosa, perché hanno superato i limiti tecnici e aperto nuove vie e perché avevano un’estetica audace, distintiva e unica.

Queste leggende hanno ispirato Favre-Leuba a disegnare la nuova collezione. Gli elementi del design, le forme e i colori tipici sono stati ripresi e sapientemente reinterpretati in chiave moderna. Il risultato: orologi dal look forte e sempre inconfondibile. Orologi che esprimono il loro carattere come strumenti altamente funzionali, nel solco della tradizione Favre-Leuba.


Il DNA di un design | Ispirazione

Bivouac

Il Bivouac, presentato nel 1962, è stato il primo orologio da polso meccanico al mondo con barometro aneroide per la misurazione dell’altimetria e della pressione atmosferica.

Il DNA di un design | Ispirazione

DEEP BLUE

Nel 1963, tre anni dopo la presentazione del primo orologio subacqueo realizzato nei propri laboratori, Favre-Leuba lancia il Deep Blue, impermeabile fino a 200 m.

Il DNA di un design | Ispirazione

Bathy

Nel 1968, Favre-Leuba presenta il Bathy che, per la prima volta nella storia dell’orologeria, non solo indica il tempo di immersione ma anche la profondità.

Il DNA di un design | Ispirazione

Sea Sky

Con la sua distintiva cassa a forma di cuscino, il Sea Sky celebra perfettamente il passaggio negli anni ʽ70.


Il DNA di un design | Il linguaggio delle forme

Il tetradecagono

La lunetta interna non è semplicemente rotonda, ma un tetradecagono finemente lavorato. Potrebbe sembrare un piccolo dettaglio, ma in realtà contribuisce ad accentuare il carattere tecnico degli orologi Favre-Leuba.

Il DNA di un design | Il linguaggio delle forme

Il design della cassa

Rotonde o dalla inequivocabile forma a cuscino, le casse sono caratterizzate da linee nette. Come i loro famosi modelli di riferimento degli anni ʽ60 e ʽ70. Il design non è mai eccessivo, ma espressivo. Sul fianco della cassa, un arco si allunga come un ponte da un’ansa all’altra.

Il DNA di un design | Il linguaggio delle forme

Le lancette

Altamente distintive, offrono un’ottima leggibilità in qualsiasi situazione. Persino al buio. Proprio quello che ci si attende da un orologio Favre‑Leuba.

Il DNA di un design | Il linguaggio delle forme

GLI INDICI

Anche gli indici sono tutt’altro che tradizionali. Definiscono il tono del quadrante, altrimenti minimalista nel design. Sono una dichiarazione d’intenti ben precisa. Hanno dimensioni generose. Rettangolari. Sono applicati in maniera elaborata. Al tempo stesso una caratteristica distintiva e un elemento funzionale.